• The House
  • Bedrooms
  • Bathrooms
  • Dining
  • Pools
  • Gardens
  • The Estate
  • Special Features
  • Special Features
  • The House
  • Bedrooms
  • Bathrooms
  • Dining
  • Pools
  • Gardens
  • The Estate
  • Special Features
  • Special Features
  • La Storia

    Masseria Fortificato

    La Masseria Petrarolo fu costruita nel 1689 come roccaforte contro i saraceni del Nord Africa. È descritto come un casale fortificato senza torre. Quando fu costruito, il nucleo principale della casa poteva essere isolato sollevando il ponte levatoio (ora un ponte di pietra). Tre botole hanno permesso ai residenti di ritirarsi dai bastioni esterni nel cuore della casa usando le scale a pioli che sono state cacciate via all’inseguimento. La campana si erge orgogliosa sul tetto e avrebbe suonato durante un attacco.

    La convenzione era di accendere una lanterna a canestro per avvisare le masserie vicine di un imminente attacco. Quando era in corso un attacco, si vedeva una serie di lanterne in fiamme che si allungavano lungo la costa. I difensori hanno usato fessure di freccia nelle pareti del parapetto per sparare bulloni contro il nemico. Tradizionalmente la Masseria e la terra che circonda la casa avrebbero sostenuto e fornito riparo a un numero di famiglie non solo al nobile proprietario terriero.

    Nel diciottesimo secolo, la fattoria era di proprietà di Francesco Petrarolo, un finanziere: il cui stemma di famiglia è raffigurato come il rilievo scolpito di una nobile famiglia, raffigurante un cherubino e una sottostante composizione di melograni. Con ogni probabilità un gruppo originale di edifici fu aggiunto e fortificato nel 1600 con la chiesa in costruzione nel 1689. La casa principale è certamente più antica.

    L’interno della chiesa, che è ancora utilizzato da una congregazione locale, ha un’unica sala ed è arredato e decorato con interessanti tele centrali, forse del XVIII secolo, raffiguranti una Madonna con Bambino, a cui gli abitanti del quartiere dedicano devozione.